Storia

Montelanico si trova nella verde vallata dei Monti Lepini, sul limitare di una collina, circondato da secolari castagneti, sovrastato dal Monte Pruni, sulla cui cima giacciono i resti di un antico castello e da cime montuose quali il Monte Croce, il Monte Lupone, il Monte Capreo ed il Monte Semprevisa (1.500 mt.).

Stando all’etimologia del nome, si hanno due interpretazioni che spiegano i motivi dell’odierna denominazione del comune di Montelanico. Secondo la prima, di carattere mitico e leggendario, si narra che un pastore, dopo aver tosato il suo gregge, riuscì ad accumulare tanta lana da farne un monte: “Monte di lana”.

In base alla seconda versione, di natura storica, Montelanico deve il suo nome all’illustre famiglia romana dei Metelli, i quali possedevano in queste zone un loro latifondo denominato “fundus metellanicus” o “metellanicensis”.